Pubblicati da admin

Alessandra Nardon

Non è tempo di partenze ma di ritorni con la mente a quei luoghi dello spirito, alle situazioni che hanno toccato il nostro sentire. Posti che ci hanno sfiorato l’anima, luoghi che si ricordano.
È capitato proprio poco prima di questa chiusura che ci ha atomizzati nel nostro orizzonte individuale. Una visita non programmata, suggerita da una conversazione occasionale, una di quelle circostanze che se le vai a cercare non le trovi ma sembrano capitate così, in maniera spontanea, e che solo dopo essere state accolte si sistemano nel nostro “orizzonte” e trovano senso.
A Bologna c’è un luogo che conserva in maniera fisica e tangibile la memoria del disastro del DC-9 Itavia, precipitato al largo di Ustica quaranta anni fa, il 27 giugno 1980. Lo ricorda in maniera fisica e tangibile ma anche sensoriale ed emotiva per ciò che … Read the rest

#LesRegards

Celebriamo insieme la #Liberazione con #LesRegards di Christian #Boltanski (1997), in cui l’artista francese ha isolato gli occhi di alcuni #partigiani ricordati nel Sacrario della #Resistenza di Bologna. Sguardi silenziosi che ci seguono, invitandovi a interrogarci sul presente. L’opera fa parte della collezione permanente #MAMbo dal 1998 e nel 2017 è stata ripresa nei grandi “Billboards” installati in città nell’ambito del progetto “Anime. Di luogo in luogo”.

Foto: Matteo Monti… Read the rest

Giorgio Breveglieri

Qualche giorno fa, mi sono trovato a Bologna dalle parti di via Giorgio Vasari per incontrare alcune persone. Dopo aver parcheggiato, mi sono reso conto di essere a pochi passi dal Museo della memoria di Ustica. Non ho resistito e sono entrato. Ero poco più che ventenne nel giugno 1980 quando accadde la tragedia. Sono cresciuto attraverso anni di depistaggi e di verità intuibili, ma mai completamente acclarate. Durante questi anni ci si è quasi dimenticati del dramma che le persone a bordo possano avere vissuto e del dolore insanabile che ha colpito i famigliari. Ho osservato a lungo quel puzzle di pezzi pazientemente ricomposti rimanendo scosso, ma allo stesso tempo felice che la memoria di quel disastro non sia stata cancellata. Mi ha molto colpito la vista di uno dei finestrini della cabina di pilotaggio, fuso per effetto del … Read the rest

Percorsi di Memoria della Strage

Sabato 22 febbraio 2020
Alle ore 10 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica tre classi del Liceo Greggiati di Ostiglia (Mn), con i loro docenti. Daria Bonfietti li accompagnerà nella visita.

Domenica 1 marzo 2020
Alle ore 10,30 Marta Grassi e altre studentesse del Copernico di Bologna saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica. Saranno accompagnate da Daria Bonfietti che racconterà loro la lunga battaglia per la verità e il bisogno di memoria.… Read the rest

Percorsi di Memoria della Strage

Venerdì 14 febbraio 2020
Alle ore 11 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica due classi del Liceo Scientifico Sabin di Bologna accompagnate dalla Prof. Mirca Buttazzi e altri docenti. Daria Bonfietti li accompagnerà nella visita.

Giovedì 20 febbraio 2020
Alle ore 10 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica tre classi del Liceo Scientifico Rita Levi Montalcini di Argenta (Fe) accompagnati dalla Prof Barbara De Maria e altri docenti. Daria Bonfietti li accompagnerà nella visita.

Venerdì 21 febbraio 2020
Alle ore 11 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica due classi del Liceo Scientifico Sabin di Bologna, accompagnati dalla Prof. Mirca Buttazzi e altri docenti. Daria Bonfietti li accompagnerà nella visita.… Read the rest

Percorsi di Memoria della Strage

Giovedì 30 gennaio 2020
Alle ore 10,30 saranno in visita tre classi del Liceo Linguistico Selmi di Modena, accompagnati dal Prof.Fraulini.
Li condurrà nella visita al Museo Daria Bonfietti, che racconterà loro alcuni aspetti della lunga battaglia per la verità.

Giovedì 6 febbraio 2020
Alle ore 10,30 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica tre classi dell’IIS di Lonigo (Vi), accompagnati dal Prof Marchesin e altri colleghi. Daria Bonfietti li accompagnerà nel percorso di memoria della tragica vicenda.… Read the rest

Ti resta lo stacco, lo spacco – il grido

È in distribuzione al Museo per la Memoria di Ustica il libretto “Ti resta lo stacco, lo spacco – il grido” che contiene i brevi racconti in versi di Andrea Donaera e Diletta D’Angelo, selezionati dalla docente italianista Niva Lorenzini, curatrice della serata di poesia La Notte di San Lorenzo. In omaggio al celebre componimento 10 agosto scritto da Giovanni Pascoli in ricordo del padre ucciso, la riflessione sul verso finale “d’un pianto di stelle lo inondi quest’atomo opaco del Male!” si è fatta concerto per indagare il tema del male nel corso del Novecento, intrecciando in un’unica partitura voci, musica e immagini sotto la regia di Claudio Longhi, direttore artistico Emilia Romagna Teatro Fondazione.

I testi poetici sono accompagnati da una silloge di illustrazioni tratte dalla serie di disegni Allo stesso tempo presentati da Giuseppe De MattiaRead the rest

Percorsi di Memoria della Strage

Venerdì 6 dicembre 2019
Alle ore 12 saranno in visita al Museo per la Memoria di Ustica due classi quarte dell’Ist. Einaudi-Molari di Rimini accompagnati dalla Prof.Daniela Gravina. Daria Bonfietti li accompagnerà nel percorso di memoria della tragica vicenda.

Venerdì 13 dicembre 2019
Alle ore 10 saranno in visita gli studenti del Liceo Artistico Mannucci di IESI  (An), accompagnati dalle Proff. Sparaciari e Pennacchioli. Daria Bonfietti racconterà loro alcuni aspetti della lunga battaglia per la verità.

Sabato 28 dicembre 2019
Alle ore 11 saranno in visita una trentina di giovani dell’Agesci, accompagnati da Alberto Biglietti. Daria Bonfietti, li riceverà e racconterà loro alcuni aspetti della battaglia per la verità sulla Strage di Ustica.… Read the rest

Giulio

19 ottobre 2019.
Mi chiedo se l’idea (mia) di visitare questo luogo sia stata buona. Appena giungiamo alla reception chiedo di depositare lo zaino “Tra 10-15 minuti siamo di ritorno”. Giunto davanti alla porta a vetri mi rendo conto di quello che ci attende: sì cavolo, i resti del velivolo sono davvero lì, rimessi insieme con cura e delicatezza. Ci si può girare intorno quante volte si vuole, unico appiglio a cui aggrapparmi preso dallo sgomento è la ringhiera metallica che circonda l’aereo. Non riesco a distaccare lo sguardo così come mi è difficile distogliere l’attenzione dalle voci sussurrate che escono da 81 specchi neri e riempiono il silenzio, frammenti di vita quotidiana, pensieri di 81 persone inermi, roba da togliere il fiato, e non solo. Il senso di smarrimento è scandito da 81 luci che si accendono e Read the rest